Il punteruolo rosso è un coleottero che mette in serio pericolo le palme fino a farle morire: l’intervento rapido e fatto con competenza è l’unico modo per poter salvare le piante esotiche da questo insetto infestante. Punteruolo rosso rimedi: affidati a una ditta specializzata come Econsorzio.

Punteruolo rosso: riconoscerlo

Conosciuto con il nome scientifico di Rhynchophorus ferrugineus, il punteruolo rosso è giunto in territorio italiano a seguito delle importazioni di piante da cocco che provenivano dall’Asia. In Italia il coleottero è libero di riprodursi, in quanto non vi sono predatori in grado di tenere sotto controllo questo parassita, che crea colonie sempre più numerose e pericolose.

Il nutrimento principale del parassita proviene dalle palme, da cui succhiano la linfa vitale e ne mangiano le foglie: per tale motivo è essenziale agire più in fretta possibile in modo da evitare la morte della pianta. Una disinfestazione effettuata da professionisti del settore è il modo più efficace per risolvere il problema con sicurezza.

Caratteristiche del punteruolo rosso

Il coleottero raggiunge una lunghezza di circa 3 cm ed è coperto esternamente da una sorta di corazza di colore rossastro. Il suo ciclo vitale ha una durata di circa 4 mesi, durante i quali si riproduce con una velocità e in numero impressionante.

Individuarlo non è cosa semplice, in quanto esso è visibile solo per i danni che provoca alla pianta e spesso ci si accorge della loro presenza quando la pianta è già molto danneggiata. Il punteruolo rosso deposita le uova sulla pianta stessa ma solo nella parte più recente e fresca in modo da fornire ai piccoli nascituri cibo in abbondanza.

Vedi anche  Formiche rosse come eliminarle

Le femmine della specie depositano centinaia di uova alla volta che si schiudono in breve tempo, lasciando fuoriuscire le larve. Esse si presentano con un colore biancastro e si scavano immediatamente una galleria verso l’interno della palma dove trovano la linfa di cui si nutrono, proseguendo il loro ciclo riproduttivo.

Le larve del punteruolo rosso non possiedono delle zampe ma strisciano e hanno un apparato boccale in grado di masticare il legno vivo: durante questa attività masticatoria, il punteruolo rosso crea un rumore di sgranocchiamento ben riconoscibile se ci si avvicina alla pianta in un momento in c’è il silenzio nei dintorni.

In questo caso, dobbiamo intervenire immediatamente, altrimenti per la pianta non ci sarà più nulla da fare.

Punteruolo rosso come ucciderlo?

In caso ci si sia accorti con grande ritardo della presenza del coleottero sulla palma, non si può fare altro che bruciare l’intera pianta in modo che il parassita non possa diffondersi.

Per fare questo è necessario rivolgersi ai professionisti del settore, in modo da non correre pericoli appiccando incendi o rischiare di non eliminare tutti i parassiti e le uova presenti. Una disinfestazione completa è comunque necessaria, anche se si elimina la pianta stessa.

In ogni caso i prodotti da utilizzare per eliminare il punteruolo rosso sono gli agrofarmaci autorizzati per l’applicazione sulle palme: i nostri esperti vi sapranno consigliare al meglio cercando di salvare la palma infestata e quelle circostanti.

I prodotti chimici devono essere utilizzati solo da personale preparato e con una formazione adeguata: il fai da te in questo caso metterebbe a rischio non solo la vita della pianta, ma anche la salute di chi utilizza il prodotto e di coloro che vi sono nelle vicinanze.

Vedi anche  Disinfestazione Formiche Roma

Meglio lasciar fare ai professionisti della disinfestazione e cura delle piante in modo da correre inutili rischi e spendere soldi inutilmente. Rivolgiti ai nostri esperti con fiducia, chiedi ora un preventivo gratuito!

Contattaci gratuitamente