Stazione Ecologica” che cos’è? Ha mai sentito parlarne? Forse ti chiedi a cosa serve esattamente e ora cerchiamo di spiegartelo in maniera comprensibile a tutti.

 

Da qualche anno si sente molto parlare di smaltimento rifiuti ecologico, di carta ecologica, di prodotti ecologici e quant’altro.  Quindi partiamo dal significato di ecologico:

 

Tutto ciò che altera l’equilibrio ambientale non si può dire ecologico. Lo è invece tutto ciò che è fatto, concepito e realizzato in modo da rispettare l’ambiente.

 

Questo ci fa capire che se fino a poco tempo fa la raccolta e il trattamento dei rifiuti era fatto a dir poco in modo altamente anti-ecologico, ora la mentalità sta cambiando,per fortuna. L’era dell’informazione moderna ha portato anche molta più conoscenza sui problemi ambientali legati all’inquinamento e molte persone hanno abbracciato un concetto di vita ecosostenibile ed  ecocompatibile.

 

Cos’è una stazione ecologica?

 

In sostanza è un centro raccolta rifiuti,  un luogo pubblico e se cosi vogliamo chiamarla “una discarica verde”  dove aziende e privati possono lasciare i loro rifiuti.

 

Se si tratta di privati parliamo di rifiuti urbani e questo vale anche se si tratta di rifiuti commerciali o artigianali di tipo simile a quelli urbani. Le stazioni ecologiche ovviamente devono essere adeguatamente attrezzate per poter riciclare e smaltire questi rifiuti.

 

A chi è affidata la gestione di queste stazioni o aree ecologiche?

Il centro raccolta differenziata è spesso gestito dal Comune. Tuttavia anche le aziende pubbliche  o quelle private possono orientarsi verso questo settore del trattamento rifiuti ecologici

 

Quali rifiuti puoi lasciare in un isola ecologica

Nei centri di raccolta rifiuti  non puoi lasciare qualsiasi cosa ma i rifiuti  elencati di seguito:

 

  • vetro
  • contenitori in plastica per liquidi
  • rifiuti verdi
  • pneumatici
  • lattine, alluminio
  • carta e cartone
  • varie tipologie di prodotti esausti di origine chimica o fisica
  • rifiuti ingombranti metallici e non

Le norme di sicurezza in una stazione ecologica

I centri di raccolta rifiuti hanno il fine ultimo quello di smaltire i rifiuti con il minor impatto sull’ambiente, ma devono nel contempo essere facilmente accessibile. E’ quindi doveroso anche il rispetto delle norme di sicurezza che riguardano sia la loro ubicazione, sia la tutela di chi ci lavora e naturalmente dell’ambiente stesso.

Il luogo dove sorgerà la stazione deve poter essere facilmente raggiunto dalle persone e quindi è preferibile che venga ubicato in prossimità di centri urbani.

  • La sicurezza deve avere la priorità come in qualsiasi azienda. I lavoratori devono essere tutelati e la stessa cosa vale per l’ambiente
  • Esistono delle caratteristiche da rispettare quando si pianifica un centro raccolta differenziata e riguardano l’urbanistica, l’ambiente, l’igiene e la salute pubblica
  • Esiste anche un Piano Ambientale Idrogeologico- PAI che stabilisce le fasce di compatibilità. Queste vanno attentamente rispettate sopratutto per quanto riguarda la vicinanza di pozzi di acque potabile nelle vicinanze di una stazione ecologica.

Puoi reperire maggiori informazioni cliccando qui

Altre informazioni che riguardano il PAI della regione Lazio puoi trovarlo qui

 

 

 

Segnalibro e Share