Stazione ecologica: Econsorzio

Cos’è una Stazione Ecologica? Ne hai mai sentito parlare? Negli ultimi anni si parla moltissimo di smaltimento ecologico dei rifiuti, ma cosa intendiamo per “ecologico“?

Per ecologico si intende tutto ciò che è fatto, concepito o realizzato per rispettare l’ambiente, mentre non è ecologico tutto ciò che altera l’equilibrio ambientale.

Questo ci fa capire che se fino a poco tempo fa la raccolta e il trattamento dei rifiuti era fatto a dir poco in modo altamente anti-ecologico, ora la tendenza sta cambiando. L’era dell’informazione moderna ha portato anche molta più conoscenza sui problemi ambientali legati all’inquinamento e molte persone hanno abbracciato un concetto di vita ecosostenibile ed  ecocompatibile.

Come funzionano le aree ecologiche?

In sostanza una stazione ecologica è un centro di raccolta rifiuti, un luogo pubblico e – se cosi vogliamo chiamarla – “una discarica verde” dove aziende e privati possono lasciare i loro rifiuti.

Se si tratta di privati parliamo di rifiuti urbani e questo vale anche se si tratta di rifiuti commerciali o artigianali di tipo simile a quelli urbani. Le stazioni ecologiche ovviamente devono essere adeguatamente attrezzate per poter riciclare e smaltire questi rifiuti.

Norme di sicurezza in una stazione ecologica

I centri di raccolta rifiuti hanno il fine ultimo quello di smaltire i rifiuti con il minor impatto sull’ambiente, ma devono nel contempo essere facilmente accessibile. È quindi doveroso anche il rispetto delle norme di sicurezza che riguardano sia la loro ubicazione, sia la tutela di chi ci lavora e naturalmente dell’ambiente stesso.

Il luogo dove sorgerà la stazione deve poter essere facilmente raggiunto dalle persone e quindi è preferibile che venga ubicato in prossimità di centri urbani.

Vedi anche  Recupero carta e cartone: rivolgiti a Econsorzio