Riciclaggio alluminio

Riciclaggio alluminio: stop alle tonnellate di rifiuti causate dal solo smaltimento di alluminio. A oggi esistono dei metodi per riciclarlo ottenendo nuovo materiale da reimmettere nei processi produttivi. Innanzi tutto cerchiamo di capire cos’è l’alluminio.

Come già sai il nostro pianeta è circondato da una crosta terrestre composta da vari minerali fra cui “la bauxite”. L’8% di questo minerale è presente appunto nella crosta terrestre e dopo essere estratto da essa subirà vari processi di trasformazione che lo porteranno a diventare quello che conosciamo come “alluminio“.

Origine del nome: Francia, precisamente nella località di Les Baux. Infatti anche se lo si trova presente in molti paesi del mondo (purtroppo in Italia non c’è presenza di questo minerale) è stato identificato per la prima volta in questa località, che gli diede anche il suo nome “bauxite“.

Aspetto e colore del minerale: come puoi notare dalla foto in questo caso si presenta sotto forma rocciosa di color grigio. Lo puoi trovare comunque anche di color rosa, bruno o rosso. In alcuni casi si presenta sotto forma di argilla granulosa. In ogni caso è gradevole alla vista.

Smaltimento alluminio

Prima di parlare di riciclaggio alluminio o del suo smaltimento scopriamo quali sono i molteplici usi che si fa di questo materiale. Possiamo dire che l’alluminio viene usato a 360 gradi in molteplici settori, vediamone alcuni:

Riciclaggio alluminio: perché non disperdere i rifiuti nell'ambiente?

Il fatto che l’alluminio deriva da un minerale presente in natura non significa che possiamo sbarazzarci senza troppi pensieri di un oggetto senza pensare a quale impatto negativo può avere sull’ambiente.

Vedi anche  Smaltimento elettrodomestici Roma

La nostra generazione è vissuta e vive in un ambiente abituato al concetto di “usa e getta”.  La natura ci insegna invece una preziosa lezione sul concetto di riciclaggio perché quando una cosa termina il suo ciclo di vita, l’ambiente in cui si trova la assorbe e la rimette in circolo.

Noi possiamo imparare una preziosa lezione da essa quando decidere cosa fare con i rifiuti in alluminio; invece di gettare possiamo riciclarli e creare nuovi prodotti che favoriscono da un lato l’ambiente e dall’altro l’economia in quanto si produce beni e lavoro.

Alcuni centri di raccolta permettono di vendere l’alluminio per promuovere il riciclo in base ad un prezzo al kg concordato, un po’ come succede con le quotazione dell’ottone usato e del rame. Tuttavia è molto raro trovare centri disposti a fare questo, infatti in genere questo tipo di servizio, ovvero ritiro e corretto smaltimento, è sempre a pagamento.

Smaltimento e riciclaggio alluminio: su quali oggetti concentrarci?

Nel caso del riciclaggio alluminio bisogna prestare attenzione al fatto che non tutto può essere reimmesso in circolo o per così dire a nuova vita. Ecco un elenco di oggetti in alluminio che dopo lo smaltimento possono essere riciclati:

Il riciclaggio non significa automaticamente ad ogni oggetto in alluminio. Alcune tipologie di prodotti in alluminio non possono essere riciclati:

Vedi anche  Smaltimento toner Roma: rispetta la normativa

Tutto ciò che contiene l’etichetta “T” e “F” non rientra nella categoria  che consente il riciclaggio alluminio in quanto sono pericolosi. Infatti questi contenitori di alluminio spesso contengono prodotti chimici oppure colla, solventi, acidi e via dicendo.

In quel caso reimmetterli in circolazione rappresenterebbe un potenziale pericolo per chi entra in contatto con tali oggetti in alluminio riciclati.

Contattaci per un preventivo gratuito e senza impegno: saremo lieti di illustrarti tutti i nostri servizi professionali.