Qualsiasi problema di disinfestazione pappataci a Roma può essere risolto facilmente. Innanzi tutto devi sapere i pappataci cosa sono e come puoi riconoscerli. Questi insetti, chiamati anche flebotomi, si trovano negli habitat acquatici o umidi, tra cui fango e detriti organici.

Durante le giornate ventilate rimangono inattivi (pioggia e vento impediscono loro di volare) ma in genere i pappataci vanno alla ricerca delle proprie vittime nelle prime ore del mattino e al tramonto. I pappataci sono insetti che si nutrono del sangue di un’ampia varietà di animali, tra cui anche l’uomo.

Punture pappataci

Quando pungono l’umano, di solito lo fanno in grande numero. Possono attaccare qualsiasi area della pelle ma hanno una predilezione per il viso, le mani e il cuoio capelluto. Come le zanzare, anche i pappataci producono un ponfo rosso e pruriginoso e, in alcuni casi, reazioni allergiche anche violente.

Le punture di pappataci però si presentano tipicamente in gruppo, sono molto dolorose e possono causare anche un innalzamento della temperatura corporea, a seconda della tolleranza alla puntura dell’insetto, e il ponfo può trasformarsi in vescicola. Il morso dei pappataci può trasmettere malattie come la leishmaniosi, paragonabile alla malaria, e molto pericolosa per i nostri animali domestici (leishmaniosi canina).

Come distinguerli dalle zanzare

Il servizio di disinfestazione pappataci Roma di Econsorzio ti aiuta a prevenire le infestazioni di pappataci, insetto molto simile alla zanzara anche nelle abitudini oltre che nell’aspetto.

Anche per l’insetto pappataci è solo la femmina a pungere, per prelevare le proteine del sangue di cui hanno bisogno per nutrire le uova. Facendo ciò iniettano nel nostro corpo la saliva, che serve a fluidificare il sangue per prevenire problemi di coagulazione. È questa saliva che provoca la reazione autoimmune durante la quale viene rilasciata l’istamina, sostanza che ci provoca prurito, infiammazione e gonfiore.

Vedi anche  Rimedi punteruolo rosso: intervieni subito

Più piccoli delle zanzare ma molto più voraci e aggressivi, questi insetti hanno le dimensioni di un moscerino. Appartengono alla famiglia degli psicodidi. La loro lunghezza varia da 1,5 mm a 5 mm. Sono di colore brunastro. Hanno una densa crescita di peli su tutta la testa, sul torace, sull’addome e sulle gambe.

Le antenne sono lunghe, imperlate e coperte di peli. Hanno grandi occhi neri composti. Le ali li rendono facilmente distinguibili dalle zanzare, puntate verso l’alto a forma di “V” verticale sopra il corpo. Le parti della bocca sono corte e appuntite, prive di un vero pungiglione, che è sostituito da una sorta di proboscide.

Abitudini dei pappataci

I pappataci sono molto attratti da superfici lucenti, oggetti in movimento, calore e anidride carbonica. Al contrario delle zanzare, sono attratte dalle tonalità più scure dei colori. Questi parassiti non volano molto velocemente, quindi se stai correndo in auto o in bici, difficilmente ti inseguiranno.

A differenza della zanzara, però, non potrai liberarti facilmente schiacciandoli poiché si trovano sempre in sciame e ce ne sarà sempre qualcuno pronto a pungerti mentre stai cercando di liberarti di un altro. I pappataci non sopportano la luce e sono fotosensibili, e proprio il loro agire nel buio li rende spesso difficili da scoprire.

Un’altra differenza con le zanzare è che i pappataci sono silenziosissimi, e per questo vengono anche chiamati insetti di velluto. L’intervento di disinfestazione pappataci Roma prevede, tra l’altro, l’installazione di zanzariere sugli infissi, poiché difficilmente questi insetti riescono ad attraversarne la rete fitta.

Pappataci rimedi

Esistono vari metodi per liberarsi dei pappataci, sebbene questo dipenda fortemente dalle tue esigenze e dall’area di infestazione. Se hai un’infestazione di pappataci in un ambiente domestico dovrai controllare ogni angolo di casa, in particolare i tappeti. Dovrai controllare anche l’eventuale presenza di crepe nei muri e sulle persiane. Tutte queste parti vanno aspirate con cura in modo da uccidere larve e uova.

Vedi anche  Disinfestazione Formiche Roma

La pulizia a vapore è un altro metodo estremamente efficace per uccidere uova, larve, pupe e insetti adulti. Questo perché i pappataci non tollerano le temperature elevate. Crepe e fessure anche piccole, sui pavimenti e sulle pareti, devono essere correttamente integrate per evitare infestazioni future, poiché i pappataci amano deporre le uova in questi luoghi.

Dopo aver eseguito un’accurata pulizia è possibile spruzzare un repellente. Se usi un insetticida assicurati di seguire attentamente le istruzioni sulla confezione: noi ti consigliamo di rivolgerti sempre a una ditta specializzata.

Pappataci rimedi naturali

A volte, quando l’infestazione è ancora all’inizio, bastano dei rimedi naturali per pappataci come candele alla citronella e lampade a olio. La citronella è uno dei migliori repellenti per pappataci.

Per un’efficace disinfestazione dai pappataci consigliamo l’eucaliptolo, un altro ottimo repellente per pappataci. Puoi trovare facilmente sia lo spray all’eucalipto che le candele. Usa un’azione combinata di olio e candele e avrai un risultato di grande efficacia.

Per un rimedio fatto in casa puoi distribuire sui davanzali e sui balconi estratto di buccia d’arancia o bucce d’arancia intere che serviranno a tenere lontani i pappataci e soprattutto i loro morsi. Ti consigliamo inoltre di cospargere di sale i tappeti 24 ore prima di passarli con l’aspirapolvere: il sale infatti disidrata l’habitat scelto dai pappataci.

Rivolgiti a Econsorzio

Noi di Econsorzio ti offriamo un’ampia gamma di prodotti e interventi per la disinfestazione a Roma: contattaci per un preventivo gratuito!